Azienda Agricola Mombisaggio

NOME CANTINA: Azienda Agricola Mombisaggio

INDIRIZZO: Via del Popolo 15 fraz. Mombisaggio Tortona (AL)

ETTARI: 5 di cui 3 in produzione

PRODUZIONE ANNUA: 15.000

I VITIGNI: Timorasso, Cortese, Dolcetto, Barbera, Moscato

LA STORIA: 

Tre fratelli: Camilla, Giovanni e Federico, dai 30 ai 33 anni, nati a Genova, dove hanno vissuto fino a pochi anni fa.
Dopo esperienze diverse di studio e lavoro, anche all’estero, hanno deciso di ridare vita insieme all’azienda di famiglia, a Mombisaggio, piccola frazione di Tortona, sulle colline da sempre dedicate alla coltivazione della vite.

Dal padre, architetto, con la passione del vino, hanno imparato la lezione del fare e l’amore per il territorio. E’ stato lui ad accompagnarli in un percorso che oggi li vede a coltivare 5 ettari di vigneto (di cui 3 in produzione), grano da cui ricavano farina, canapa sativa da cui si producono infiorescenze ricche di cbd.
L’azienda è nata dalla voglia di guardare a un futuro diverso, dando valore a ciò che avevano: il senso della continuità con le radici, accompagnato dalla consapevolezza della loro diversità da chi li aveva preceduti.

Giovanni, appassionato di vinificazione, si occupa della cantina e della cura dei vigneti, coltura trainante dell'azienda: l’avventura è iniziata vinificando nella piccola cantina della casa di famiglia e solo da due anni l'attività è stata spostata nell’attuale cantina, ristrutturata e adeguata alle moderne necessità produttive, conservando comunque il fascino dell’antica struttura.
Federico si dedica dal 2018 alla coltivazione di Cannabis Sativa L.,disciplinata in Italia dalla legge 242/2016. Questo prodotto, che - come è noto- nulla ha a che fare con le sostanze stupefacenti, è stato ed è ancora oggi, a torto, oggetto di pregiudizio, rendendone complicato lo sviluppo delle sue potenzialità, che abbracciano vari settori: dalle piante officinali alla cosmesi, agli alimenti, all'edilizia, fino all'industria farmaceutica e veterinaria.
Camilla è interessata alla gestione dell’orto e delle aree verdi intorno al terreno coltivato, cercando di favorire la biodiversità e l’equilibrio naturale.
Da poco hanno avviato anche l’attività di agriturismo: la loro grande casa è aperta per chi vuole passare un po’ di tempo in un posto accogliente e tranquillo, condividendo con loro un bicchiere del loro vino e i loro prodotti.

Le aree di interesse sono diverse, ma con un denominatore comune: l’amore per i Colli Tortonesi, che curano e coltivano secondo principi di sostenibilità ambientale.
Principi oggi largamente condivisi, ma spesso propagandati in maniera strumentale.
Per loro c’è l’idea che esista, come dicevano gli antichi, un “genius loci”, lo spirito che caratterizza il luogo dove viviamo, che plasma la natura e chi la abita in un rapporto reciproco, e che deve essere prima riconosciuto, e quindi rispettato.
Il loro approccio, appunto, è di grande rispetto. Il territorio è la nostra casa ( il termine ecologia, oggi un po’ abusato, deriva proprio dalla parola greca che significa casa), il paesaggio che ci circonda richiede tutela e attenzione, uno stile di vita che valorizzi ciò che si ha piuttosto che quello che si potrebbe ottenere.
Per questo seguono le loro produzioni con la cura e l’attenzione alla qualità piuttosto che ai numeri: qualità che per noi tutti è anche qualità di vita.

I VINI: 

Elektron² - autoctono dei Colli Tortonesi
Elektron - autoctono dei Colli Tortonesi
Dynamis - mix uvaggio cortese e timorasso
Thalia - moscato
Incipit - dolcetto
Nerone - barbera